Escoriosi

Escoriosi

(Phomopsis viticola)

Questa malattia interessa principalmente i primi 4-5 internodi di tralci di 1-2 anni, provocando la comparsa di piccole macchie scure bruno – violacee che si estendono fino a formare fessurazioni, le quali possono portare, in caso di gravi infezioni, alla rottura dei sarmenti. Molte volte intorno a tali fessurazioni si osservano tacche più chiare di varie dimensioni. Le aree interessate da tali sintomi si osserva imbiancamento dei tralci, e formazione di punti neri ossia di frutticazioni del fungo. Sulle foglie la malattia si manifesta con macchie grigio scure con alone clorootico, con increspamenti e lacerazioni del lembo. La trasmissione della malattia può avvenire alle scorrette pratiche di innesto, rappresentando una delle principali modalità di trasmissione. La progressione della malattia induce al disseccamento di intere branche e morte delle gemme basali. Gli attacchi del fungo inducono ad un indebolimento della pianta con conseguente riduzione della produzione e della qualità.

Rimedio

Aliette fungicida per frutta e ortaggi

Aliette è dotato di proprietà sistemiche in grado di proteggere le foglie, anche quelle formate successivamente al trattamento, e di favorire le reazioni di autodifesa delle piante contro le malattie fungine e batteriche. Aliette è attivo sugli Oomiceti ed in particolare su Peronospore e Fitoftore di vite e colture orticole, ma anche su altre importanti patologie come ad esempio la Maculatura bruna del pero, il Colpo di fuoco, le Gemme nere e Batteriosi varie. Manifesta inoltre interessanti e positivi effetti secondari sulle piante. Lo specifico meccanismo d’azione evita il rischio di insorgenza di ceppi resistenti e lo rende adatto a tutti i tipi di strategia, in particolare verso quelle preventive.

Il prodotto può avere dei problemi di compatibilità in miscela con formulati contenenti rame e alcuni concimi fogliari contenenti azoto (nitrico e ammoniacale). Non effettuare miscele con formulati oleosi. In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali previste per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.

L’unico fungicida ad azione biosistemica e biostimolante

Ottima solubilità e compatibilità

Ottima difesa dell’apparato fogliare e radicale

Lunga durata di azione e resistenza al dilavamento

Migliora lo stato vegetativo e fitosanitario della coltura