Marciume apicale del pomodoro

Marciume apicale del pomodoro

Il marciume apicale del pomodoro è causato da un insieme di condizioni che conducono la pianta ad un cattivo o parziale assorbimento del calcio, condizioni riconducibili a irrigazioni poco regolari e con elevati volumi d’acqua, precipitazioni molto copiose, poca disponibilità di calcio nel terreno (un suolo può essere molto calcareo, ma povero di calcio disponibile per le piante), eccessi di concimazione a base di azoto e anche di potassio. All'apice delle bacche si forma una tumefazione, che col passare dei giorni annerisce e si raggrinza. È inoltre favorito da temperature elevate e accentuata traspirazione delle piante. Questi squilibri si verificano dopo periodi favorevoli allo sviluppo delle piante, ne seguono altri siccitosi. Intervenire alla comparsa dei primi sintomi irrorando sull'apparato fogliare una soluzione di cloruro di calcio.

Rimedio

CALCIO CONCIME LIQUIDO 500 GR FLORTIS PROTEZIONE CONCIME PIANTE GIARDINO

Concime liquido a base di calcio, è un elemento importante per le piante in quanto è un componente essenziale delle pareti cellulari ed è direttamente responsabile della consistenza dei frutti. L'apporto di Calcio aumenta nei vegetali la resistenza meccanica dei tessuti per l'azione di sostegno e rinforzo; in particolare prolunga i tempi della maturazione e la senescenza dei frutti, mantenendone integra la struttura delle pareti e delle membrane cellulari.

Le più comuni malattie causate da carenze di calcio sono il marciume apicale del pomodoro che si manifesta con una lesione dell’apice della bacca che diventa di colore nero, la butteratura amara delle mele con disfacimento della polpa interna, il disseccamento apicale del rachide della vite, il tip burn della lattuga che si manifesta con necrosi apicali, la bordatura giallastra della poinsettia, la formazione di germogli deformi e fiori di breve durata nelle piante da fiore.

Composizione: Cloruro di calcio 12%

Formulazione: liquido da diluire

Confezione: flacone da 500 gr

Dosi e modalità d'impiego: la confezione è dotata di un misurino dosatore. Ogni tacca del misurino corrisponde a 10 ml.

Trattamenti fogliari: diluire 20 ml in 10 litri di acqua e nebulizzare la soluzione sulle piante con uno spruzzino o pompa.

Trattamenti radicali: diluire 10 ml in 10 litri d’acqua e distribuire sul terreno con un innaffiatoio (10 ml per 2-3 m2).

Azione curativa: effettuare 2-3 trattamenti in primavera, ogni 8-12 giorni al manifestarsi dei primi sintomi.

Azione preventiva: effettuare i primi trattamenti all’inizio del ciclo vegetativo, ogni 10-15 giorni.